Centro Diurno “Navigando i Confini”

La Sponda è una Società Cooperativa Sociale Onlus di tipo A ed opera dal 1980 nei servizi socio assistenziali ed educativi, rivolti alle fasce svantaggiate e più a rischio di emarginazione sociale.

Il lavoro quotidiano che la Cooperativa La Sponda effettua con i minori è progettato per produrre benessere e favorire la prevenzione di ogni forma di disagio psicosociale, potenziando le qualità personali e coinvolgendo attivamente le famiglie a favore di una integrazione sociale interculturale basata sulla solidarietà.

Navigando i Confini - La Sponda - Area Minori e Famiglie - AdolescentiLa Sponda offre una risposta articolata e flessibile alle necessità dei minori tramite il Centro Diurno “Navigando i Confini”.

Il Centro Diurno “Navigando i Confini” è una struttura sociosanitaria semi-residenziale rivolta ai minori con disturbi psichiatrici primari o secondari e grave disagio socio-familiare o disabilità neuro-psicologiche.

Il Centro diurno nasce dalla collaborazione con la ASL RM2 (ex ASL RM/C Distretto 12).

Il Centro Diurno eroga interventi terapeutico-riabilitativi ed educativi per ragazzi con disturbi affettivo-relazionali, psichiatrici e situazioni psicosociali associate, in età adolescenziale e pre-adolescenziale.

Presso il Centro opera una equipe multidisciplinare di operatori dell’Asl RMC (Neuropsichiatra Infantile, Psicologo, Assistente Sociale e Infermiere) e della Coop. La Sponda (educatori e maestri d’arte ) con le seguenti finalità:

  • Ottimizzare gli interventi assistenziali ed educativi rivolti agli adolescenti in particolari situazioni di disagio psichico;
  • Costruire un progetto clinico psicoterapeutico e pedagogico integrato tra servizi di diverso livello e ruolo istituzionale;
  • Evitare il ricovero o ridurne la durata;
  • Favorire l’uscita dell’adolescente dalla condizione di disagio psichico relazionale e sociale;
  • Migliorare l’inserimento sociale dell’adolescente nel proprio ambiente di vita.

Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì con orario dalle ore 8:30 alle ore 18:00.

I ragazzi possono frequentare il centro diurno per l’intera giornata, oppure la mattina dalle 9:00 alle 14:30 o il pomeriggio dalle 14:30 alle 17:00.

La frequenza è legata alle esigenze del piano terapeutico condiviso con i genitori del ragazzo. Il Centro accoglie quotidianamente un numero massimo di 8 ragazzi nelle ore antimeridiane e di 12 ragazzi nelle ore pomeridiane.

Partendo da una valutazione delle capacità individuali, attitudini personali e/o scelte e preferenze i ragazzi partecipano alle singole attività strutturate, alcune inerenti i laboratori condotti dai maestri d’arte (Teatro, Informatica, Musica), altri condotti dagli educatori e attivati sulla base degli interessi specifici dei ragazzi presenti o in base a situazioni più contestuali e meno durature nel tempo (Cucina, Giardinaggio, Sport, Ludico-Artistico).

L’intervento è diretto a minori a rischio psicopatologico compresi nella fascia 12-18 anni residenti nel territorio della ASL RM2 (ex ASL RM/C).

L’accesso avviene tramite diretta richiesta da parte dei genitori presso la struttura, o presso i servizi territoriali di competenza, o dietro segnalazione dei servizi territoriali.

Navigando i Confini

  • Via di Valleranello n° 51 , 00128 Roma
  • 0651006487
  • 0651006490

Responsabile

ASL RM2 (ex ASL RM/C)

 Scopri gli altri servizi La Sponda dell’Area Minori e Famiglia

Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search